Il progetto nasce dalla volontà di promuovere sul territorio un percorso di crescita e collaborazione con i vari istituti scolastici volto a migliorare ed aumentare lo sviluppo fisico, cognitivo, psicologico, sociale ed emotivo/affettivo degli alunni attraverso l’esperienza con l’acqua.

L’uomo non è un animale acquatico: non c’è stimolo che possa indurre un soggetto a sviluppare autonomamente la capacità di galleggiare, scivolare e avanzare nell’acqua.

Il nostro intento è quello di promuovere e sviluppare, fra le competenze di base, le abilità motorie acquatiche per non precluderne l’apprendimento nel corso della vita e renderle precocemente effettive.

La progettualità si sviluppa su 10 moduli didattici. Vista l’ampiezza della materia è opportuna la frequenza degli alunni per l’intero ciclo scolastico (scuola dell’infanzia – scuola primaria di primo e secondaria di primo grado).

Il progetto prevede l’organizzazione anche del trasporto al fine di garantire un servizio ottimale che consente che ogni singola unità didattica (60’ di lezione) si realizzi in un tempo massimo complessivo di due ore di andata e ritorno da scuola.

Il Progetto CSC Educazione al Movimento “Nuoto di Classe” ha inizio con l’anno scolastico 2002-2003 e si è sviluppato con continuità sino ad oggi, coinvolgendo negli anni sempre più Scuole e Istituti Scolastici.

SCUOLA DELL’INFANZIA, SCUOLA DI PRIMO E SECONDO GRADO

CONTENUTI DEL PROGETTO

  1. SICUREZZA IN ACQUA
  2. CULTURA DELL’ACQUA
  3. PROMOZIONE DELLA SALUTE
  4. INCLUSIONE, INTEGRAZIONE E RESPONSABILITA’ SOCIALE

 

ISTITUTI SUPERIORI

Il progetto dedicato alle scuole superiori prevede lo sviluppo di ulteriori abilità oltre a quelle natatorie ed è molto articolato, con percorsi specifici per i cinque anni. L’intento è quello di creare una cultura della sicurezza in acqua e di formare persone che siano in grado di relazionarsi serenamente con l’ambiente acquatico sin dalla più tenera età